Lavoro minorile

Per lavoro minorile si intende lo sfruttamento dei minori e quindi la violazione dei loro diritti. Lo sfruttamento del lavoro minorile non contribuisce alla formazione dei milioni di bambini lavoratori, in quanto non costituisce un'attivitą educativa, ma serve solo per arricchire i padroni. I bambini lavorano nei campi, nei laboratori tessili, nei ristoranti, nelle miniere, sui marciapiedi per estinguere i debiti che i genitori hanno contratto con i padroni accettando interessi da usura che diventano una condanna per tutta la famiglia. Milioni di bambini lavorano addirittura come schiavi a causa della povertą, dell'usura e dell'inganno.

Nei villaggi poveri dell'Asia e dell'Africa arrivano persone ben vestite che si presentano come rappresentanti di famose fabbriche. Parlano di corsi di addestramento per giovani ragazzi organizzati dalle stesse imprese e di retribuzioni adeguate.

Per giunta le imprese sono disposte a pagare subito mesi lavorativi in anticipo. In realtą i rappresentanti sono trafficanti di schiavi e i ragazzi sono costretti a lavorare 12-15 ore al giorno. La loro etą varia dai sei ai tredici anni. I genitori per liberare i loro figli dal lavoro in schiavitł sono costretti a ripagare l'anticipo ricevuto gravato da interessi altissimi.

Il dizionario del Lavoro

Molti termini vengono usati di continuo, ma ne conosciamo il significato ?

Ecco alcuni dei termini del mondo del lavoro pił comuni

Copyright © Multimedia Web Services All Rights Reserved
In collaborazione con: Offerte di Lavoro