Contratti di Formazione Lavoro

La disciplina dei contratti di formazione lavoro è il frutto di successivi e numerosi interventi legislativi, a partire dalla legge 863/84 fino alla legge 196/97. Nel tempo la struttura originaria si è sostanzialmente modificata tenuto conto anche di alcune decisioni della Commissione dell'UE al punto che sta prevalendo l'opinione di superare lo stesso contratto di contratto di formazione lavoro (cfl) per assorbirlo in quello di apprendistato.

I soggetti destinatari dei cfl sono giovani di età compresa tra 16 e 32 anni. I datori di lavoro che possono assumere sono imprese, associazioni professionali, socio-culturali, sportive, fondazioni, enti pubblici economici. Vi sono però tre condizioni: che non vi siano in corso sospensioni di lavoro per cig, non vi siano state riduzioni di personale nelle stesse qualifiche da assumere nei 12 mesi precedenti. Un'ulteriore restrizione è relativa all'esclusione di tali contratti per l'acquisizione di professionalità elementari.

La disciplina in atto prevede due tipi di contratto differenziati per finalità, durata, sistema di incentivi, quantità delle ore di formazione. Entrambi i tipi di contratto possono essere a tempo parziale o pieno e possono prevedere l'inquadramento ad un livello inferiore a quello della mansione a cui sono destinati.

Il contratto di tipo A è di due tipologie: uno per l'acquisizione di professionalità intermedie ed uno per quelle elevate. La durata massima è di 24 mesi. Allo stato attuale la quantità degli incentivi varia secondo la localizzazione e la tipologia di imprese (artigiane, commerciali, altre imprese). La formazione deve essere effettuata in luogo della prestazione lavorativa e durare rispettivamente almeno 80 e 130 ore. In caso di trasformazione dei cfl a tempo indeterminato gli inventivi previsti possono trovare applicazione per il successivo anno.

Il contratto di tipo B è finalizzato ad agevolare l'inserimento professionale mediante una esperienza lavorativa che consenta una adeguamento delle capacità professionali al contesto produttivo ed organizzativo. Questo tipo di contratto ha una durata fino a 12 mesi. Gli incentivi uguali agli stessi contratti di tipo A sono concessi tuttavia solo dopo la trasformazione a tempo indeterminato. Formazione minima non inferiore alle 20 ore.

Il dizionario del Lavoro

Molti termini vengono usati di continuo, ma ne conosciamo il significato ?

Ecco alcuni dei termini del mondo del lavoro più comuni

Copyright © Multimedia Web Services All Rights Reserved
In collaborazione con: Offerte di Lavoro